C'è una vita oltre la rete: chi sono e cosa fanno le ragazze della Pomì lontano dal taraflex?

Sirressi ama la lettura e il cinema, Lo Bianco va matta per il gelato...
09.03.2018 14:32 di Redazione Pallavolissimo  articolo letto 1224 volte
Le ragazze in rosa
Le ragazze in rosa

C'è una vita oltre la rete. Non solo allenamenti e partite per le ragazze della Pomì, che, smesse le divise da gioco, tornano ad essere persone comuni, alle prese con la normale quotidianità che riguarda tutti noi. Guiggi, Sirressi e Lo Bianco, chi sono e cosa fanno le italiane di Casalmaggiore lontano dal taraflex?

MARTINA GUIGGI: Se non fosse diventata una pallavolista professionista, avrebbe fatto l'architetto. Si è sempre ispirata a 
Manuela Leggeri e continua a farlo. Se non avesse scelto la pallavolo, avrebbe praticato il salto in lungo. Ama il risotto, il suo film preferito è 'La vita di Pi', adora i romanzi di Valerio Massimo Manfredi e si rilassa ascoltando musica.

LEO LO BIANCO: Si è sempre ispirata a Manuela Benelli, va matta per il gelato e avrebbe praticato il tennis se non avesse scelto il volley. Sarebbe stata una scrittrice se non fosse diventata una pallavolista professionista, adora i romanzi di Margaret Mazzantini e il suo film preferito è 'Vento di Passioni'. Prima di ogni partita si allaccia e riallaccia le scarpe in continuazione per scaramanzia.

IMMA SIRRESSI: ama leggere nel tempo libero perché trova la lettura rilassante, ma le piace anche andare al cinema o godersi una buona cena nella tranquillità della sua casa. Si è avvicinata al volley da bambina, perché mamma giocava a Matera e la portava con sè agli allenamenti. Si ispira a Paola Cardullo, della quale custodisce ancora un autografo nella sua stanza.