CEV Champions League - Perugia e Lube volano in Final Four: Trento esce invece a testa alta

Ritorno dei PlayOff 6
12.04.2018 01:18 di Redazione Pallavolissimo  articolo letto 34 volte
De Cecco
De Cecco

2018 CEV Champions League

Risultati Ritorno PlayOffs 6

VfB Friedrichshafen (GER) - Zaksa Kedzierzyn-Kozle (POL) 0-3 (19-25, 18-25, 13-25)

Lokomotiv Novosibirsk (RUS) - Sir Colussi Sicoma Perugia (ITA) 3-2 (20-25, 25-22, 17-25, 25-21, 15-11)

Esulta la Sir Colussi Sicoma Perugia. Con una grande prova di squadra, in un campo difficile e con sulle spalle la trasferta più complicata d’Europa, i ragazzi di Lorenzo Bernardi entrano tra le prime quattro del Continente, per la seconda volta consecutiva, guadagnandosi l’accesso sul campo. Lo fanno dopo un cammino praticamente immacolato e partito dai preliminari con solo vittorie, undici, e la sconfitta di stasera al tie break, ma quando ormai i due set utili alla qualificazione erano stati conquistati. Nei primi tre parziali i Block Devils hanno dominato, anche il secondo, condotto con autorità fino al 19-22 e poi perso per alcuni errori di troppo. Ma proprio il rientro in campo nel terzo parziale, con la squadra per nulla demotivata dall’occasione non concretizzata in quello precedente ma anzi carica e determinata, è il segnale che Perugia è concentrata verso i propri obiettivi e ha la capacità di saper gestire emozioni e momenti. Una volta conquistato il pass per Kazan, nel quarto set Lorenzo Bernardi ha fatto poi ruotare tutta la rosa inserendo Shaw, Andric, Ricci, Siirila, Berger, Della Lunga e Cesarini che hanno comunque dato del filo da torcere ai padroni di casa del Novosibirsk. Nella Semifinale del 12 maggio a Kazan, in Russia, ad attendere ci sono i padroni di casa dello Zenit, che lo scorso anno nella Finale di Roma hanno battuto gli umbri conquistando il terzo titolo consecutivo.

Trentino Diatec (ITA) - Cucine Lube Civitanova (ITA) 2-3 (19-25, 21-25, 25-20, 27-25, 15-17)

La Cucine Lube Civitanova vola alla Final Four di Kazan con una prova di forza a Trento. Conquistati i primi due set con una prestazione concreta e quadrata, soprattutto in cambio palla e con pochissimi errori, i biancorossi mettono in cassaforte la qualificazione alla kermesse finale della massima competizione europea, grazie anche al successo netto nel match di andata all’Eurosuole Forum. I cucinieri scrivono così un’altra pagina della storia del Club biancorosso: terza Final Four consecutiva e sesta complessivamente (Opole 2002, Mosca 2007, Praga 2009, Cracovia 2016, Roma 2017, Kazan 2018). Dal terzo set in poi Medei stravolge la formazione per dare spazio a tutta la rosa a disposizione, ottenendo anche la bella soddisfazione di conquistare il match al tie break. Alla Trentino Diatec, che esce comunque a testa alta da questa stagione europea, non riesce così l’impresa di ribaltare il risultato dell’andata e giocarsi il Golden Set come nel 2012 quando, nei PlayOffs 6, dopo aver perso la prima sfida in casa Lube, a passare fu Trento al Golden Set. Si spegne così per i gialloblù il sogno di disputare per il quarto anno di fila una Finale Europea, dopo quelle giocate in CEV Cup (2015 e 2017) e Champions League (2016).
Sabato 12 maggio in Semifinale Stankovic e compagni, bronzo europeo nell’edizione dello scorso anno, troveranno la formazione polacca dello Zaksa Kedzierzyn-Kozle allenata da Andrea Gardini, che ha superato i tedeschi del VfB Friedrichshafen.