Italia, buona la prima: le Azzurre di Mazzanti regolano 3-1 la Russia!

21 punti a referto per Egonu!
08.08.2018 08:25 di Tano Fava  articolo letto 41 volte
Italvolley Femminile
Italvolley Femminile

A Hoogeveen (Olanda) esordio vincente delle azzurre nella Rabobank Super Series Volleyball, 3-1 (25-17, 17-25, 25-22, 25-20) ai danni della Russia. Le azzurre, al primo test dopo il lungo periodo di allenamento, hanno fatto vedere buone cose e sono riuscite a superare un avversario di livello come le russe.​
Dopo un brillante primo set, nel secondo le ragazze di Mazzanti sono andate in difficoltà. Molto bella la reazione di Egonu e compagne nella terza frazione, vinta in rimonta così come la quarta. Domani le azzurre torneranno in campo per affrontare le padrone di casa olandesi (ore 19): il match sarà tramsesso in diretta streaming a pagamento (QUI). 
Come formazione iniziale Mazzanti ha schierato Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Bosetti e Sylla, centrali Danesi e Chirichella, libero De Gennaro. Dal terzo set in poi Elena Pietrini ha sostituito Miriam Sylla.
L'avvio del match è stato tutto in favore delle azzurre, brave subito ad allungare e mettere in difficoltà le avversarie. Malinov e compagne hanno gestito comodamente il vantaggio, senza che la formazione russia sia mai stata capace di replicare (25-17).
Completamente diverso l'andamento della seconda frazione, le russe si sono portate prontamente al comando, mentre le ragazze di Mazzanti sono andate in confusione. Con il passare del gioco l'Italia non è riuscita a scuotersi, dovendo cedere (17-25).
Nel terzo set, dentro Pietrini per Sylla, la Russia ha continuato a fare l'andatura, guadagnando un margine importante (14-19). Egonu e compagne hanno avuto il merito di non arrendersi e con grande determinazione hanno ricucito punto dopo punto (20-20). Lanciate dalla rimonta, le azzurre non si sono più fermate e hanno conquistato di forza il parziale (25-22).
Anche nel quarto set la formazione tricolore è stata costretta a inseguire, per poi aggaciare le avversarie (17-17) e infine trovare lo scatto decisivo che è valso la vittoria (25-20).