Conegliano annichilisce Novara e torna al comando!

Danesi in grande spolvero, Egonu inceppata!
27.01.2019 08:00 di Gabriele Cantella  articolo letto 68 volte
Imoco Volley Logo
Imoco Volley Logo

Imoco Volley vestita a festa per la diretta Rai del saturday night che propone la supersfida di Novara tra la capolista Igor e le Pantere di Conegliano. Già dal primo set si vede come la squadra di coach Santarelli, in una sorta di prova generale per la Final Four di Coppa Italia, abbia messo l’abito delle grandi occasioni: la battuta è martellante dall’inizio alla fine del set, il muro domina la scena (6-1 nel parziale), difesa e regia che danno ritmo e “bollicine” al gioco gialloblù fin dall’inizio: 0-5 la partenza sprint di Conegliano, con Sylla e Danesi (2) che tre volte in fila alzano il muro su Egonu. L’opposto azzurra si incarica del tentativo di riscossa dell’Igor, ma Anna Danesi (6 punti, 4 muri nel set) piazza anche l’ace per un altro break (3-11). Dopo un altro muro, stavolta di De Kruijf (5-14) entrano dalla panchina piemontese Plak e Niezetich che provano a dare uno scossone, e Novara arriva a -5 (13-18). Appena Carlini e compagne si avvicinano, l’Imoco alza il ritmo con le difese di De Gennaro e le bombe in attacco di Fabris, così torna a prendere in mano il gioco. Kim Hill risolve un lungo scambio, poi piazza l’ace del 15-22 e Conegliano scappa via di nuovo. Egonu e Bartsch non mollano e  le piemontesi tornano vicine (19-23), ma nel momento chiave ci pensa ancora il muro con la cerniera impenetrabile di Sylla e Danesi (ne metteranno a segno 9 in coppia nel match) che sigla la doppietta di “blocks” per il 20-25 finale.

Nel secondo set dopo il minibreak iniziale dell’Igor (2-0), le Pantere continuano a marciare spedite con la coppia De Kruijf-Fabris che confeziona punti pesanti e l’Imoco riesce subito a sorpassare. Un altro muro di una Danesi in versione mondiale (grande partita della bresciana, MVP con 12 punti e 6 muri totali)regala all’Imoco il 2-5, poi Wolosz dà velocità al gioco rendendo le cose molto difficili per il muro di casa (8-13). Sul 10-15 inizia un breve passaggio a vuoto per le Pantere (entra anche Tirozzi per qualche rotazione) che consente a Novara un break di 4-1 che riapre il set (14-16 messo a terra da Chirichella). Ma l’Imoco è spietata, cinica nei momenti che contano e si riprende subito, invece Novara sbaglia troppo (8 errori in attacco nel set) e in un batter d’occhio Hill (due punti in fila) e compagne tornano a +4 (14-18). Sussulto sul muro di Carlini (17-20), time out volante di coach Santarelli che rinserra le fila. Al rientro Conegliano ritrova un’Anna Danesi dominante (attacca e mura) che le permette di chiudere con un grande rush finale anche il secondo set (18-25).

Terzo set con l’Igor Gorgonzola avanti nel punteggio (6-3), ma l’Imoco che dà spettacolo con Asia Wolosz che si diverte a smarcare Robin De Kruijf in tutti i modi possibilI. Plak, entrata al posto di Piccinini, cerca di mettere pressione con la battuta, ma De Kruijf va a segno anche in…palleggio e le Pantere tornano a contatto (7-6). Il primo sorpasso arriva proprio con De Kruijf (10-11), poi è ancora “The Queen” (oltre il 60% in attacco), la più sollecitata in attacco insieme a Sam Fabris (16 punti, best scorer) in questo momento del match, a portare avanti l’Imoco (12-15). L’Igor però vuole mantenere il primato in classifica e con orgoglio risale a -1 grazie a Bartsch (15-16). Nel momento del bisogno Moki De Gennaro piazza una grande difesa, Fabris trasforma il punto ed è 15-17. Entrano Vale Tirozzi per Conegliano, Niezetich per Novara ed è l’argentina a sparare l’ace del pareggio a quota 18. Plak buca il muro due volte (22-20), ma Hill con un colpo da campionessa vera accorcia, poi Egonu, marcatissima dal muro-difesa gialloblù (8 errori e 5 muri subiti), sbaglia ancora ed è parità (22-22).
Sul 23-23 lo sprint decisivo, Sylla piazza, Novara difende, Bartsch va out (tanti errori per Novara, ben nel match) e dà il match ball alle Pantere che chiudono al primo tentativo con una grande combinazione Wolosz-Fabris per il 23-25 finale. Un grande 3-0 esterno per l’Imoco Volley che riaggancia in classifica la capolista e si lancia al primo posto fino a quota 37 fino a domani, con Scandicci (36 punti) che giocherà in casa del Club Italia e può balzare al comando.