Serie A1, Conegliano passa a Bergamo e consolida il primato in attesa di Novara

Le Pantere schiantano le orobiche per 3-0!
30.01.2019 08:15 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Imoco Volley Logo
Imoco Volley Logo

L’Imoco Volley brinda a Bergamo ad un altra bella vittoria, che replica quella squillante di Novara anche se con protagoniste in parte diverse, a testimonianza di un gruppo molto solido che ha bene in testa i suoi obiettivi e si identifica pienamente con la strategia dettata dallo staff. Le Pantere con il 3-0 del PalaNorda hanno brillantemente superato l’ultimo test prima della Final Four di Coppa Italia (sabato e domenica a Verona) a cui si presenteranno sulla scia di otto vittorie consecutive tra campionato e coppe. Con i tre punti conquistati nell’anticipo di stasera le Pantere balzano al primo posto nella classifica di A1 a quota 40 sopravanzando Scandicci (l’avversaria sabato a Verona nella semifinale) che osserva il turno di riposo, in attesa di Novara che vincendo domani sul campo del Club Italia potrebbe appaiare Conegliano in vetta.

Primo set. La Zanetti si schiera con Carraro in regia e in diagonale con Smarzek, al centro Olivotto e Tapp, in attacco Courtney e Acosta, il libero è Sirressi. Conegliano affianca alla regista Wolosz l’opposto americano Lowe, le centrali Danesi e Folie, le schiacciatrici Hill e Sylla (alla prima da EX al PalaNorda, applauditissima) e il libero De Gennaro. Una fiammata iniziale spinge la Zanetti avanti fino al 11-8, Conegliano aggancia e sorpassa con il turno di battuta di Hill, ma Acosta si occupa del nuovo pareggio e del controsorpasso. Con Bergamo avanti 17-15, Conegliano cambia opposto, Fabris per Lowe, e banda, Tirozzi per Sylla. Le Pantere sbagliano poco, registrate anche da difesa e ricezione (De Gennaro solita sicurezza per tutto il match) riaggancia. Si viaggia affiancati. Smarzek va a segno con una percentuale del 62%. Nei punti finali la Zanetti cambia diagonale con Mingardi e Cambi, Conegliano rimette in gioco Sylla e Fabris fa lo strappo del 24-22 per le venete. Bergamo annulla la prima palla set e manda in battuta Loda, ma Sylla non si fa scappare la nuova occasione e chiude. Sylla sarà una spina nel fianco per la sua ex squadra, 80% in attacco nel suo tabellino finale con un apporto molto efficace anche in ricezione.
Secondo set. Conegliano riprende la marcia e si porta avanti 8-3. Smarzek e Courtney provano a risalire. Avanti 15-10, Conegliano alterna la diagonale inserendo Marta Bechis e Sam Fabris per Wolosz e Lowe. Tapp risponde a Danesi (ancora una partita da incorniciare per l’azzurra con 12 punti, un super 80% in attacco, 3 muri e 1 ace), ma Hill con attacchi e battute velenose(3 aces importantissimi nel suo score finale), la mancina Lowe e Miriam Sylla spingono le venete. Una fiammata della nuova entrata Loda accorcia le distanze, ma non basta. Conegliano va sul 2 a 0.
Terzo set. Si riprende con Loda in campo per Acosta. Conegliano continua a mettere pressione con gli attacchi di Hill e Lowe, la Zanetti si tiene in scia con Tapp e Courtney e aggancia sul 13-13. Nel duello a stelle e strisce tra Courtney e Lowe si inserisce e le rossoblù di casa arrivano al sorpasso del 20-19. Raphaela Folie (7 punti e 55% in attacco nel match) va a segno, ma Tapp risponde e bissa per il break del 22-20, ma ancora unaLowe sempre più negli schemi riporta in parità le campionesse d’Italia (con 13 punti, Karsta sarà la top scorer gialloblù). Poi è botta e risposta Courtney-Hill, Olivotto fa 24, Danesi ormai è una certezza epareggia, poi Kim Hill (11 punti) fa 25 e le risponde Mingardi, entrata per Smarzek. Le replica Sylla (12 punti) che, da buona ex, va a chiudere la sua grande partita consegnando allo sprint del terzo set il 25-27 per l’Imoco. 
La squadra di un soddisfatto coach Santarelli piazza un altro match convincente che fa seguito a quello di Novara, ottimo viatico per preparare al meglio l’approdo alla Final Four. Una partita dove si è visto tutto il potenziale “diffuso” di un’Imoco che si presenterà a Verona con un gruppo compatto e agguerrito.