Superlega, Civitanova polverizza Perugia e rimanda tutto a Gara 5

Lube e Sir sul 2-2: a chi andrà lo Scudetto?
11.05.2019 21:56 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Lube Volley
Lube Volley

I marchigiani, in campo con Simon di nuovo titolare al centro, si aggiudicano il parziale d’apertura in rimonta, dopo che la Sir si era guadagnata un gap di 3 punti grazie ad un contrattacco vincente di Lanza e ad un successivo errore di Sokolov (5-8). La Lube trova tutto in una volta il sorpasso grazie a 3 ace consecutivi firmati da Simon (12-11) e sempre col servizio, stavolta di Leal, mette al sicuro la vittoria del parziale scappando (col 68% di efficacia in attacco) in maniera decisiva sul 18-14, dopo i contrattacchi in serie di Juantorena, Sokolov e Cester, favoriti da una ricezione perugina decisamente balbettante. Finisce 25-20 dopo un ace di Leal (5 punti, 80% in attacco), il quarto della formazione allenata da De Giorgi. 

Stessa trama nel secondo set, con la Cucine Lube che trova il primo break con un muro di Simon su Leon (10-8), e poi scappa sfruttando un errore di Lanza e gli attacchi vincenti di Juantorena (16-12, per lui 100% su 6 schiacciate) e Sokolov (4 punti, 80%), gli uomini più serviti da Bruno anche in fase di cambio palla. E’ comunque Leal a firmare virtualmente il 2-0 mettendo a terra l’ace del 22-18, dopo che il trascinatore Leon (7 punti, 78%) aveva riportato i suoi a -2 (18-16). Chiude sul 25-21 Simon, altro gran protagonista nella metà campo di casa (5 punti).

Nel terzo set, la Cucine Lube va subito in fuga sull’11-8 coi muri di Simon (su Ricci) e Sokolov, tanto basta per convincere Bernardi a pescare dalla panchina per cercare di scuotere is suoi: dentro Berger in posto 4 per Lanza, con il conseguente avvicendamento tra Podrascanin e Galassi al centro, per ottemperare alla regola degli stranieri. La musica, comunque, non cambia: i muri vincenti di Simon e Sokolov, entrambi ai danni di Leon, lanciano l’mvp Osmany Juantorena (9 punti, 69% in attacco) e compagni sul 20-14. Per i biancorossi, che chiudono con uno stellare 70% di squadra in attacco, è l’allungo decisivo verso Gara 5.