Superlega, Perugia espugna il PalaPanini: Modena crolla sotto i colpi dell'uragano Leon!

Niente da fare per i gialloblù, travolti da una Super Sir!
04.02.2019 09:30 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Perugia Volley Logo
Perugia Volley Logo

Straordinaria Sir Safety Conad Perugia!

I Block Devils espugnano in rimonta il PalaPanini di Modena, a distanza di cinque anni dall’ultima volta, portano a casa tre punti d’oro nel big match della settima di ritorno e restano saldi al comando della Superlega.
È festa grande per i Sirmianici sugli spalti! I centocinquanta e passa in maglia bianca, in un palasport per il resto completamente giallo, osannano a fine gara i propri beniamini.
Sì, perché Perugia stasera, prima ancora che la sua tecnica ed il suo gioco, ha messo in campo i propri attributi. Sotto di un set in un palazzetto incandescente, la squadra ha fatto quadrato, salendo nella qualità del gioco, nei fondamentali di attacco e giocando con sangue freddo e testa calda.
Con Colaci a far meraviglie in seconda linea e De Cecco a far magie in cabina di regia, è stellare l’attacco dei ragazzi di Lorenzo Bernardi. 58% di squadra (addirittura l’86% nel terzo parziale), qualità altissima in contrattacco, zero errori dal terzo set in avanti, un ritmo impressionante davvero.
A braccetto il servizio di Perugia. Dai nove metri arrivano sì 30 errori, ma anche 12 ace (5 del solo Atanasijevic) e delle serie determinanti nei momenti caldi come quella di Leon nel finale di quarto set.
È proprio Leon l’Mvp designato della partita. Il martello cubano chiude con 19 palloni vincenti, 1 muro e 2 ace mettendo in vetrina tutto il suo repertorio offensivo. Ma che dire di Atanasijevic, 27 palloni vincenti con il 63% in attacco e 5 ace? Superlativo l’opposto serbo, vera spina nel fianco della seconda linea avversaria. Tanta qualità per Perugia arriva anche dal centro con Podrascanin e Ricci sempre presenti in attacco ed a muro (di Ricci il primo tempo che chiude il match), mentre Lanza (10 punti con 3 ace) si conferma ancora una volta barometro insostituibile del gioco bianconero.
Torna dunque con il sorriso Perugia dalla temuta trasferta del PalaPanini.