Noi stiamo con Sirci: assurdo criticare Zaytsev! Tra polemiche sterili e chiacchiere da bar...

Lo Zar soffre di una borsite al ginocchio...
 di Gabriele Cantella  articolo letto 52 volte
Zaytsev
Zaytsev

Noi stiamo con Gino Sirci: assurdo criticare Ivan Zaytsev! Il patron di Perugia si è schierato dalla parte del suo campione, rispedendo al mittente le accuse piovute addosso allo Zar, reo, a parer di alcuni pseudo-tifosi della Sir, di non aver reso finora secondo le aspettative. Normale che dai migliori si pretenda sempre il meglio, ma senza dimenticare che anche i migliori sono esseri umani e di conseguenza non possono essere sempre al meglio, specie se non ci si ferma mai, tra impegni di club e Nazionale. Da sei anni Zaytsev non conosce riposo, anche solo trovare il tempo per recarsi a fare la spesa al supermercato dev'esser diventato impossibile per lui, sempre presente sul taraflex tra partite e allenamenti, sempre di corsa tra una trasferta con il club e una transvolata oceanica con la Nazionale. Se poi a quanto fin qui raccontato aggiungiamo anche la borsite al ginocchio che affligge attualmente Ivan, si può allora facilmente comprendere come un calo di rendimento sia assolutamente giustificabile. Vale inoltre la pena di ricordare agli smemorati, che Zaytsev non ricopre più il suo ruolo preferito, quello di opposto, già occupato da Atanasijevic, e che ha dovuto riciclarsi e riadattarsi in banda, dove le percentuali di realizzazione inevitabilmente si abbassano. Comprendiamo la rabbia di Ashling Sirocchi, moglie e manager di Ivan, che è voluta intervenire in difesa del marito, ingiustamente e maleducatamente preso di mira da alcuni pseudo-tifosi su Facebook. Consigliamo ai Sirmaniaci, di tenersi stretto Zaytsev, anziché criticarlo come i tifosi del Real Madrid hanno fatto di recente con Cristiano Ronaldo... Pazzesco! Si può criticare uno come CR7? No davvero! E per la stessa ragione non si può criticare Ivan Zaytsev!