Superlega, Trento si prepara al big match con Perugia: per Lorenzetti è la prova del nove!

Il tecnico campione del Mondo in carica definisce impegnativo il test con la Sir dell'ex Lanza!
03.01.2019 19:48 di Gabriele Cantella  articolo letto 58 volte
Trentino Volley Logo
Trentino Volley Logo

L’Itas Trentino lavora al completo verso il primo appuntamento del 2019. Il calendario ha fatto sì che l’esordio nel nuovo anno coincida immediatamente con un match-verità come quello che, sabato sera, vedrà di scena alla BLM Group Arena i Campioni d’Italia di Perugia. I gialloblù stanno preparando l’appuntamento da due giorni senza lamentare alcuna defezione ma con addosso la voglia di confermarsi vincenti per la diciannovesima volta consecutiva (eventualmente la decima fra le mura amiche, dove sin qui hanno concesso solo un set agli avversari).
“Quella contro Perugia può essere considerata una prova del nove, perché si tratta di un appuntamento importante – ha confermato l’allenatore Angelo Lorenzetti a Trentino Volley TV - . Gli aggettivi che si possono trovare per questa partita possono essere molteplici ma se ne dovessi indicare uno sceglierei “impegnativo”. La Sir Safety è infatti una squadra che nel girone d’andata di SuperLega ha dimostrato ampiamente di meritare la prima posizione in classifica, migliorando ulteriormente gli ottimi numeri che aveva fatto già registrare in fase di cambiopalla e di break point nello scorso campionato. Contrastare un tale formazione sarà quindi un bell’impegno per noi, anche perché siamo reduci da qualche giorno di riposo che, se dal punto di vista mentale possono essere stati molto utili, da quello pallavolistico non sempre risultano essere d’aiuto. Dobbiamo riprendere in fretta confidenza con il campo e con la palla per avvicinarci nel miglior modo possibile ad una seconda parte di stagione bellissima ma al tempo stesso molto intensa. Il mese di gennaio sarà, a tal proposito, particolare, perché nella sua prima metà ci proporrà appena tre partite e poi nella seconda ci vedrà impegnati in tanti match, uno più importante dell’altro. Servirà non solo che lo staff programmi bene il lavoro per un periodo così particolare ma anche che gli stessi giocatori trovino la giusta confidenza con i carichi di lavoro che proporremo”.
“I numeri dicono che in casa giochiamo meglio ma io, a parte l’approccio alle partite, sino ad ora ho visto poche differenze fra il nostro modo di scendere in campo di fronte al pubblico amico rispetto a quello mostrato in trasferta – ha aggiunto Lorenzetti - . Sicuramente ci piace di più giocare alla BLM Group Arena perché abbiamo vicino chi ci vuole bene ma non è più semplice. Certi filotti di risultati sono anche figli del calendario e con Perugia avremo l’opportunità di capire a che livello siamo, a patto però di non farci condizionare troppo dal singolo evento. La nostra regular season riserverà molte altre partite fondamentali e non dobbiamo vivere questo appuntamento come l’unico di rilievo del nostro girone di ritorno”.